MOBILE ONLY NAVIGATION

DESKTOP & TABLET NAVIGATION

Malattie delle vie urinarie nel cane: perché non sottovalutarle

Il tuo cane è il tuo migliore amico e provi un affetto immenso nei suoi confronti.

Per questo motivo gli dai tutto ciò di cui ha bisogno, anche perché, diciamocelo, il cane ti ama senza aspettarsi nulla in cambio.

Presti particolare attenzione per la sua salute e questo è estremamente importante, in quanto ogni minimo cambiamento nel tuo cane può nascondere un malessere invisibile a occhio nudo.

È tuo compito quindi non sottovalutare alcun simbolo che possa pregiudicare la sua salute.

Oggi analizzeremo insieme quelle che sono le patologie dovute a infezioni dell’apparato urinario, quali sono i sintomi, le cause e come possiamo affrontarle.

Cosa sono le malattie delle vie urinarie nel cane

L’apparato delle vie urinarie nel cane, come nell’uomo, è incaricato all’eliminazione di acqua e sostanze tossiche presenti nell’organismo.

Le vie urinarie comprendono i reni, che filtrano e purificano il sangue, gli ureteri, addetti al trasporto di acqua e sostanze chimiche indesiderate in eccesso, la vescica preposta alla raccolta dell’urina, e l’uretra incaricata della sua espulsione.

I maschi possiedono un altro organo, la prostata: una ghiandola che avvolge la vescica e che produce secrezioni che espelle con l’uretra.

Le malattie urinarie quindi sono tutte quelle infezioni, batteriche e non, che colpiscono questi organi, sia uno alla volta che contemporaneamente.

Quali sono i sintomi nelle malattie delle vie urinarie nel cane

Nel caso che il tuo cane venisse colpito da malattie delle vie urinarie, potrebbe avere febbre, mostrare segni di depressione o stress, provare nervosismo e agitazione anche nei momenti di tranquillità o addirittura perdere l’appetito.

Se poi il tuo cane è ben educato nel fare i suoi bisogni in giardino o a passeggio, ma inizia a fare pipì in casa, allora sappi che puoi essere davanti ad un campanello d’allarme.

I sintomi più lampanti di una malattia urinaria nel cane sono i seguenti:

  • aumento della frequenza di minzione
  • tentativi di minzione a vuoto
  • presenza di sangue nelle urine
  • dolore durante la minzione
  • minzione assente

Soprattutto nel caso in cui ti accorgi che il tuo fedele amico non urina più, dovrai portarlo immediatamente dal veterinario e sottoporlo ad eventuali accertamenti.

Le cause di una malattia delle vie urinarie nel cane

Le cause di una malattia del tratto urinario sono molteplici, e spesso hanno a che vedere con batteri, funghi, virus, tumori o addirittura farmaci.

Ma andiamo con ordine.

L’apparato delle vie urinarie è quello più esposto agli agenti esterni, quindi per questo motivo gli organi come la vescica e l’uretra possono essere soggetti facilmente ad un’infezione di questo tipo.

Batteri come Escherichia Coli, Stefilococco, Enterobacter, ecc, sono presenti nell’ambiente circostante e possono quindi risalire facilmente le vie urinarie, oppure possono anche venire trasmessi dalle feci stesse del cane.

Viceversa possiamo trovarci di fronte a un’infezione non batterica, come nel caso dei vermi che possono raggiungere i condotti urinari attraverso l’ingestione di invertebrati o lombrichi crudi infetti.

Virus e tumori, colpendo l’organismo su più punti, possono causare infezioni e malattie anche all’interno dell’apparato urinario.

Anche alcuni farmaci possono provocare un’infezione urinaria: è il caso del cortisone, tetraciclide, furosemide oppure farmaci sulfamidici, che se prescritti e utilizzati senza un controllo costante, possono provocare un’infezione del tratto urinario.

Come trattare una malattia delle vie urinarie nel cane

La prima cosa da fare nel caso in cui sospetti che il tuo cane sia vittima di una malattia alle vie urinarie, è sottoporlo ad una visita dal tuo veterinario.

Il veterinario, a seguito dell’iter diagnostico, che comprenderà certamente l’analisi chimico-fisica delle urine e del sangue e, se ritenuto opportuno, anche un’ecografia e radiografia della zona interessata, declinerà la migliore terapia per affrontare l’infezione in atto.

Lo scopo di una terapia farmacologica

Con molta probabilità il tuo veterinario potrebbe optare per una terapia antibiotica in fase di attacco, per scongiurare il prolungarsi della malattia e di conseguenza dare sollievo al tuo amico a quattro zampe.

Sarà fondamentale per la salute del tuo cane che tu segua la terapia alla lettera per tutta la sua durata.

L’importanza di una corretta alimentazione

Allo scopo di aumentare le difese immunitarie del tuo cane, il tuo veterinario potrà decidere di affiancare una dieta specifica alla terapia farmacologica.

La scelta di uno stile di alimentazione specifico ha l’obiettivo di ripristinare il corretto pH delle urine e migliorare di fatto l’intero sistema immunitario.

Quali sono le principali forme di malattie delle vie urinarie nel cane

Vediamo insieme le principali malattie del tratto urinario a cui il tuo cane può andare incontro.

Nefropatia

Per nefropatia s’intende l’insieme delle patologie a carico dei reni riducendo di fatto le sue funzioni.

Al fine di diagnosticare una forma di nefropatia, sarà sufficiente analizzare uno dei nefroni, unità funzionali che compongono i reni.

Le nefropatie si differenziano in nefrite e nefrosi a seconda che abbia un’origine infiammatoria o no.

Una nefropatia può provocare nel tuo cane un’insufficienza renale che, se non presa in tempo, può peggiorare fino ad essere fatale.

Le nefropatie sono molto diffuse nei cani anziani e ne pregiudicano la longevità essendo di fatto la terza causa di morte.

Cistite

La cistite è senza dubbio la malattia urinaria più diffusa.

È provocata dai batteri che risalendo le vie urinarie colpiscono gli organi di questo apparato.

A differenza di altre malattie, la cistite del cane può essere asintomatica: per questo motivo il tuo veterinario senz’altro ti avrà consigliato un controllo periodico delle urine allo scopo di prevenire quest’infezione. Qui un approfondimento su come diagnosticarla.

Nel caso in cui la cistite fosse provocata dal batterio dello stefilococco, può provocare calcoli da struvite.

Le cistiti possono presentarsi sia in forma acuta, che essere recidivanti, soprattutto nel maschio: nel caso di una cistite che interessa sia la vescica e l’uretra che la prostata, diventa difficile combattere l’infezione su entrambi i fronti e per questo spesso i cani maschi soffrono di cistite recidiva.

Urolitasi

Quando si parla di urolitasi, s’intende la formazione di calcoli a seguito di un’infezione alle vie urinarie.

Gli uroliti, appunto i calcoli, sono sedimenti che si formano appunto nell’apparato urinario: si possono formare lungo tutto il tratto urinario, ma nel cane solitamente trovano origine nella vescica.

La radiografia rappresenta in questo caso l’unico mezzo messo a disposizione per calcolare l’effettiva dimensione dei calcoli e fornire così una chiara panoramica della situazione.

In questo caso i farmaci hanno lo scopo di ridurre la dimensione dei calcoli, mentre la dieta mirerà a ristabilire la condizione fisica del tuo fido.

Conclusioni

Abbiamo visto insieme le principali malattie delle vie urinarie nel cane.

Con la lettura di questo articolo siamo certi che avrai una panoramica più precisa su quelli che possono essere i sintomi e i segnali che il tuo fedele amico a quattro zampe ti mostrerà.

Non sottovalutarli: qualora si dovesse presentare una di queste situazioni, non indugiare e corri con lui dal tuo veterinario, che troverà la giusta terapia e creerà per il tuo cane la corretta alimentazione al fine di guarirlo in tempi rapidi.

E mi raccomando: chiedi sempre consiglio al tuo veterinario.

Condividi con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp