MOBILE ONLY NAVIGATION

DESKTOP & TABLET NAVIGATION

Allergie e intolleranze nel cane: i sintomi e la giusta alimentazione

Capire tempestivamente che siano presenti allergie e intolleranze nel cane è fondamentale per poter cambiare in modo rapido ed efficace l’alimentazione e le abitudini del nostro fido, in modo da limitare i problemi di salute che possono essere provocati da questo problema.

Ci sono alcuni sintomi che vanno tenuti sotto controllo e che possono far intuire che il nostro cane abbia un problema di intolleranza o di allergia.

Ed è proprio di questo che parleremo in questo articolo. Vedremo innanzitutto la differenza tra allergia e intolleranze, indagheremo le cause e i sintomi e scopriremo come curare e –soprattutto– prevenire queste patologie.

Differenza tra allergia e intolleranza

Prima di scendere più nel dettaglio nei sintomi e nelle cure, è necessario fare un piccolo passo indietro per approfondire una questione importante: la differenza tra allergia e intolleranza, che possono causare anche sintomi diversi tra loro.

Nel caso dell’allergia, il corpo del nostro cane riconosce alcune sostanze presenti in certi alimenti come nocive invece che nutritive e attiva il sistema immunitario per cercare di espellerle, dando così il via alla reazione allergica, come ad esempio pruriti o eruzioni cutanee.

Nell’intolleranza alimentare invece non si assiste a un’attivazione del sistema immunitario ma ci troviamo più semplicemente di fronte a una o più sostanze che l’organismo del nostro cane non riesce ad assimilare, dando origine a fastidi come ad esempio gonfiori e diarrea.

Vedremo più avanti tutti i sintomi in modo più dettagliato. Adesso però bisogna chiederci: qual è  la causa che porta ad allergie e intolleranze alimentari?

Le cause

Non sono ancora ben chiare le cause che portano ad allergie e intolleranze, anche se nel caso dell’allergia, uno dei fattori principali è proprio quello genetico-ereditario.

Sia le intolleranze che le allergie, inoltre, possono colpire tutti i cani indistintamente, indipendentemente da razza, sesso ed età, anche se sembra che alcune razze siano maggiormente predisposte a queste patologie, come ad esempio:

  • il Pastore Tedesco
  • il Dalmata
  • il Labrador Golden Retriever
  • il Boxer
  • il Cocker Spaniel
  • il Westhighland White Terrier
  • il Setter Irlandese.

In particolare nei cuccioli, queste patologie possono creare problemi di crescita. È quindi importante avere un occhio di riguardo in più nei cani più piccoli, curando la loro alimentazione e portandoli tempestivamente dal veterinario se si sospetta un’allergia o un’intolleranza alimentare.

Allergie e intolleranze più frequenti

Ci sono numerose allergie e intolleranze in cui possono incorrere i nostri amici a quattro zampe. Ecco alcune sostanze che causano frequentemente questo tipo di patologie:

  • lattosio e latticini
  • glutine
  • grano
  • mais
  • soia
  • alcune carni (ad esempio pollo, manzo o vitello)
  • pesce
  • coloranti artificiali.

Una volta individuata la causa dell’allergia o dell’intolleranza, è quindi necessario eliminare dal regime alimentare del nostro cane l’alimento o la sostanza incriminata. Solitamente questo è sufficiente per arginare il problema.

A differenza delle persone, inoltre, solitamente i cani che ingeriscono un alimento al quale sono allergici non incorrono in shock anafilattico, che invece può accadere in caso di allergia a un farmaco o alla puntura di un insetto.

I sintomi di allergie e intolleranze

Ci sono diversi sintomi che possono farci pensare che il nostro fido abbia un’allergia oppure un’intolleranza alimentare.

Riconoscere i sintomi può essere di aiuto per individuare il problema anche se non sempre è facile collegare i sintomi a un’allergia o a un’intolleranza poiché sono sintomi molto generici, che possono essere causati da un’infinità di patologie diverse.

Un esempio è appunto il vomito, che può essere causato anche da un tumore, o la dermatite, che può essere ricollegata anche a pulci e a zecche.

Ecco comunque una lista dei sintomi più comuni che appaiono in caso di allergie e intolleranze alimentari.

Sintomi dell’allergia alimentare

Quando siamo di fronte a un’allergia succede che il sistema immunitario reagisce in modo imprevedibile ed esagerato di fronte a un allergene. I sintomi che possono sorgere possono quindi colpire organi diversi.

Ecco i principali:

  • Infezioni cutanee
  • Dermatiti o eritemi sulla pelle
  • Perdita eccessiva di pelo e alopecia
  • Gonfiori
  • Cattivo odore del cane
  • Vomito e diarrea
  • Meteorismo
  • Colite
  • Stipsi
  • Asma
  • Tosse
  • Naso che cola e starnuti frequenti
  • Congiuntivite
  • Scolo oculare
  • Dolore e prurito
  • Depressione e letargia.

Sintomi dell’intolleranza alimentare

Nel caso di un’intolleranza alimentare possiamo trovarci di fronte a sintomi simili a quelli dettati dall’allergia alimentare, come ad esempio:

  • Pruriti ed eritemi
  • Vomito e diarrea
  • Difficoltà di digestione
  • Sbalzi di umore
  • Meteorismo
  • Infezioni cutanee
  • Più raramente, asma, tosse e rinite.

Al contrario dell’allergia, però, nel caso di un’intolleranza alimentare non viene attivato il sistema immunitario dell’animale.

I rimedi a intolleranze e allergie alimentari

Abbiamo visto che i sintomi legati ad allergie e intolleranze possono essere non solo numerosi e molto diversi tra loro ma possono anche essere collegati a una patologia diversa, di certo c’è che il cane avrà bisogno di una disintossicazione.

Per questo, nel caso ci trovassimo di fronte a questi sintomi, è importante recarsi dal veterinario che provvederà a fare degli esami specifici per escludere altre patologie e condurre alcuni test alimentari che possono confermare o smentire l’ipotesi di allergie e intolleranze.

Nella maggior parte dei casi, il test dura 12 settimane durante le quali il cane viene nutrito solo con determinati carboidrati e proteine in modo da capire se provocano una reazione allergica. Durante questo periodo, dovrai tenere un diario alimentare del cane in modo da annotare tutto ciò che mangia, gli orari dei pasti e le eventuali reazioni.

È anche fondamentale che in questo periodo di test, il cane non abbia accesso a cibo extra, come bocconcini allungati sotto al tavolo o cibo trovato per terra o nella spazzatura.

Proseguendo con questa strategia, solitamente si trova quale alimento o quale allergene causa allergia o intolleranza al nostro amico a quattro zampe. In questo caso, solitamente è sufficiente eliminarlo dal regime alimentare perché tutto sia ottimale.

Conclusioni

Nel corso di questo articolo abbiamo visto nel dettaglio una patologia molto comune dei cani, ossia quella legata ad allergie e intolleranze alimentari.

Solitamente il problema in sé non è dannoso per la salute, nel senso che l’ingestione di un allergene non porta a una conseguenza immediata grave, come ad esempio lo shock anafilattico nelle persone.

I sintomi che vengono generati, però, possono essere molto dannosi per la salute del nostro fido, a partire da tutti i problemi gastrointestinali che non solo sono debilitanti, ma che possono causare anche altre patologie e problemi di salute conseguenti.

Solo per fare un esempio, basti pensare alle conseguenze devastanti del vomito frequente, come la lacerazione dell’esofago e della gola o l’erosione dello smalto dentario.

È quindi fondamentale riuscire a individuare il prima possibile i sintomi per poterne indagare le cause, in modo da escludere anche patologie molto ben più bravi.

Condividi con i tuoi amici

Condividi su facebook
Facebook
Condividi su twitter
Twitter
Condividi su pinterest
Pinterest
Condividi su whatsapp
WhatsApp